Che cosa si fa?
Alla base dell’arte figurativa vi è il disegno e il corso si rivolge prima di tutto al disegno inteso come disciplina legata alla creatività: ciò significa stimolare nello studente l’osservazione della realtà per darne, con l’opportuna assistenza dell’insegnante, una propria personale interpretazione. Principio di fondo è che “disegnare non significa copiare” bensì guardare analiticamente al soggetto prescelto per definire un rapporto tra visione oggettiva e visione soggettiva che corrisponda (il più possibile!) alle intenzioni e al sentire.
I soggetti, i modelli e le tecniche ai quali gli studenti desiderano avvicinarsi sono sostanzialmente liberi: sarà cura dell’insegnante dare a ciascuno un orientamento che renda efficace il percorso formativo.
In aula sono disponibili gessi di diverse forme, dimensioni e complessità, nonché oggettistica varia adattabile a composizioni di nature morte. Per paesaggi o soggetti di altra natura (preferibilmente NON ritratti!) lo studente è libero di utilizzare materiale proprio: fotografie o altro materiale compatibile con gli spazi e l’ambiente: sarà compito dell’insegnante consigliare lo studente nella scelta e nelle tecniche più opportune.
Quali strumenti?
In base alla tecnica esecutiva convenuta con l’insegnante, del grado di preparazione e compatibilmente con i tempi e gli spazi, la scelta degli strumenti da utilizzare è sostanzialmente libera, tuttavia matite, carboncini e fogli da disegno sono indispensabili almeno per la progettazione e l’ impostazione degli elaborati, rimanendo primario l’indirizzamento al disegno, sia come prodotto finale, sia come base per impostare lavori “da cavalletto” con tecniche ad olio, acrilico o acquarello. .
Dal punto di vista didattico e nei limiti del tempo disponibile, vengono trattati temi inerenti specifici artisti, opere, movimenti o soluzioni tecniche adottate da artisti di ogni epoca.
L’insegnante assisterà lo studente nell’esecuzione dei lavori verificando la coerenza tra ciò che si viene svolgendo e i propositi iniziali e proponendo, ove il caso, nuove o diverse soluzioni evitando tuttavia il più possibile di intervenire direttamente sul lavoro dello studente eseguendo, se necessario, uno schizzo esplicativo a parte.
Che cosa imparo?
Più di ogni altra cosa il corso si propone di dare agli studenti una efficace formazione alla disciplina dell’arte favorendo lo sviluppo delle qualità, tendenze e stili di ognuno, nonché le basi tecniche relativamente al disegno (principalmente), alla composizione e all’impiego delle tecniche pittoriche in genere. E’ perciò previsto, prima dell’ inizio di ogni corso, un breve colloquio collettivo in cui ogni studente illustri le proprie conoscenze e aspettative, così che ognuno riceva l’indirizzo più appropriato e, al contempo siano stimolate la reciproca conoscenza e collaborazione creando un class-size complessivamente omogeneo, se non nelle competenze, almeno nello spirito del dialogo.
Le tematiche svolte si articolano sui seguenti principi base:
Il disegno come strumento di osservazione della realtà
La realtà come insieme di visione e analisi.
la forma, la struttura, lo spazio e loro relazioni.
La composizione: staticità e dinamismo.
Il colore: regole e principi.
Cosa ho prodotto per la fine del corso?
Quella che sarà la produzione di ogni studente durante il corso non è prevedibile. Il numero degli elaborati dipende in gran parte dalle scelte, sia pure orientate, operate dallo studente, dalle tecniche adottate, e dalla rapidità di esecuzione. Grande importanza avranno, comunque, gli esercizi che lo studente potrà svolgere in proprio nel corso della settimana, anche sulla base dei consigli dell’insegnante.
A che cosa serve?
Il corso si propone di sviluppare negli allievi, quale sia la loro preparazione iniziale, una modalità creativa che non si riduca alla sola copia di un soggetto più o meno complesso, ma possa essere definita compiutamente “artistica”, ovvero che divenga pretesto e strumento perché chi abbia scelto di dedicarsi alle discipline pittoriche riesca a ricreare una personale immagine della realtà tale che le sue più profonde intenzioni si concretizzino in una forma e in un linguaggio nei quali vi riconosca la propria ispirazione e identità.
Competenze pregresse?
Non essendo richiesto alcun prerequisito il corso è modulato sulla base delle esigenze di apprendimento dei singoli studenti e dei loro diversi gradi di conoscenza, esperienza e pratica.
L’approccio formativo si rivolge al singolo studente in conseguenza del livello di conoscenza della materia artistica, sulla base dei seguenti criteri:
INIZIALE:
Nessuna esperienza relativa alla materia o brevi esperienze autodidattiche.
Nessuna o sommaria confidenza con il disegno dal vero e con le tecniche pittoriche.
Nessuna specifica esperienza scolastica.
INTERMEDIO:
Esperienza autodidattica continuativa.
Brevi esperienze scolastiche in materia (corsi, stage).
Discreta confidenza con il disegno dal vero, con la figura e con le tecniche pittoriche.
AVANZATO:
Formazione di tipo scolastico (liceo artistico, accademia).
Prolungate esperienze in materia con l’ausilio di insegnanti.
Buona confidenza con il disegno e con le tecniche pittoriche.
Materiali / attrezzature
Al fine di rendere efficace ed immediata la verifica di quanto prodotto dallo studente, sono da preferirsi quelle tecniche che consentano esecuzioni rapide e non eccessivamente impegnative quali: matita, grafite, carboncino, gessetto o pastelli a creta. Non vi sono tuttavia preclusioni sull’utilizzo di tecniche più complesse e con maggior dispendio di tempo quali olio, acrilico, acquarello. E’ consigliabile utilizzare, per i fogli o per le tele, formati abbastanza grandi: da 35x50 in su. Per i lavori su carta si consigliano fogli di carta tipo “spolvero” o comunque idonei per solidità e resistenza alla tecnica di esecuzione adottata.


PROSSIMI TURNI


Turno 1
240.00 € , 10 ott — 12 dic 2018


Turno 2
240.00 € , 9 gen — 13 mar 2019


Turno 3
240.00 € , 20 mar — 5 giu 2019


INFO


ORARIO

Mercoledì
16:00/19.00
Ottobre — giugno


SEDE

via G. Giusti 42
20154 Milano


ATTESTATO

Alla fine dell'anno scolastico verrà consegnato un attestato di frequenza con il totale delle ore di lezione frequentate.