Il muro dipinto: tra tradizione e innovazione Penso che oggi sia possibile, pensando all'importanza e a quello che ha rappresentato nella storia della pittura murale la tecnica a-fresco, un ritorno, un grande ritorno. La tecnica, e i materiali perfetti, sono gli stessi da secoli, ma siamo alla ricerca di un modo diverso di trattare la tecnica. Un modo innovativo, originale, contemporaneo. le potenzialità intrinseche della tecnica, la sua forza , durata nel tempo, la traspirabilità della calce e dei pigmenti naturali, saranno unite ad un nuovo modo di "vedere" e " concepire" l'affresco, con occhi nuovi, con una nuova sensibilità,e creatività, per innescare e aprire nuovi orizzonti.

AFFRESCO Comunemente si crede che tutte le pitture eseguite su muro, siano affreschi, in realtà si ha un affresco, soltanto quando si dipinge sopra un'intonaco fresco composto da acqua, calce spenta, e sabbia di fiume. Il pigmento si fissa sul muro grazie al processo di carbonatazione, che rende la decorazione eseguita incredibilmente resistente nel tempo, anche in esterni.

GRAFFITO o SGRAFFIO Antica tecnica di decorazione su muro, ottenuta applicando in sequenza e sovrapposti due strati d'intonaco con colori contrastanti, generalmente il 1° scuro e il sucessivo chiaro. Dopodichè mediante appositi ferri, si va a graffiare con linee e tratteggi i contorni del disegno, in modo da mettere allo scoperto il sottostante intonaco scuro.

DECORAZIONE Tecnicamente definita a "secco" per distinguerla da quella a " fresco". Comprende tutte quelle tecniche di pittura su intonaco asciutto, mediante l'utilizzo di svariati tipi di materiali quali acrilici, oli, al quarzo, ai silicati.... Al 3° anno, l'allievo potrà scegliere quale delle tre tecniche approfondire, specializzandosi su quella prescelta. Durante l'anno si potrà completare e approfondire la formazione esercitandosi su particolari aspetti o problematiche relative alla decorazione: strappo - affresco, finto marmo, finto legno, cenni di prospettiva, trompe d'oeil, doratura...



Progettazione Progettare, significa "gettare avanti", è la fase nella quale viene a costituirsi quel corpus di bozzetti e disegni che rappresentano assieme al progetto finale, quel momento più significativo, rivolto a dare valenza e forma al progetto stesso. Dunque il modulo di progettazione si propone di fornire all'allievo gli strumenti per una corretta progettazione. Cosa progettare? Spetterà all'allievo scegliere un soggetto da eseguire tecnicamente in uno dei moduli di Affresco, Graffito e Decorazione. Il progetto riguarderà un intevento in un ambiente, e saranno studiato e valutato il soggetto, lo svolgimento e la rappresentazione grafica da presentare ad un ventuale cliente.

Affresco 1 La madre di tutte le pitture, affascinante, magica, capace di restituire lavori di rara bellezza. Si affronta il lavoro a monte di una progettazione mirata per tale tecnica. Si studierà la realizazzione di un cartone e/o spolvero, la preparazione colori, le prove e correzioni colori su calce, la composizione dell'intonaco, dell'arriccio e dell' intonachino o velo.... per poi passare alla fase esecutiva tramite stesura intonaci sul supporto murario, spolvero o trasferimento del disegno su intonaco fresco per dare inizio alla pittura vera e propria, con studio delle due tecniche a "velatura" e a "corpo".

Graffito 1 Elegante e raffinata antica tecnica di decorazione murale a nostro avviso con potenzialità espressive d'attualizzare oggi con proposte moderne. Progettazione e studio di semplici composizioni in stile, con tecnica di base, con doppio o triplo strato d'intonaco a due colori.

Decorazione 1 Partendo dallo studio di elementi architettonici ornamentali antichi della tradizione si andranno a elaborare semplici lavori a chiaro scuro, a matita e carboncino, per poi passare via via alla restituzione grafica di lavori monocromi (grisaille), per mezzo di colori a calce, silicati, acrilici etc. su tela, pannelli in legno, e supporti murali.